martedì 20 marzo 2018

Budapest e il Ricordo di Imre Nagi


Ricordo sempre il panorama della città dal Bastione dei Pescatori:


I l Parlamento… e il Bel Danubio Blu,



il Ponte delle Catene


La Chiesa di Matyas,



Ma anche gli stabilimenti termali ,



l’antica Buda ,



…il pittoresco mercato.

Però, quando sei a Budapest, per dirla con le parole di Tiziano Terzani, “ti senti quasi travolgere dalla storia.” Mediti sul travaglio d’Europa, dalla Rivoluzione del 1848, sino alle Guerre Mondiali e all’Olocausto del popolo ebreo. Ripensi alla ribellione del 1956 nei confronti del giogo sovietico. 



Personalmente, ho provato una forte emozione, ammirando in una piazzetta nei pressi del Parlamento, il monumento al Primo Ministro Imre Nagi che, seppur comunista, si oppose con forza al regime imposto da Mosca. La statua dello statista è collocata sul dosso di un piccolo ponte in metallo. I suoi occhi son mesti e pensosi. Rivolti a quel futuro che a lui non è stato dato di conoscere. Perché Imre Nagi fu giustiziato e ora, da quel ponte sembra guardare con malinconia la nuova vita di Budapest. Maestosa, solare e ammirata da una moltitudine di turisti provenienti da ogni parte del mondo e… mi par di leggere, nei suoi occhi, la speranza di non veder la patria chiusa da nuovi muri e soggiogata ad altri totalitarismi.

19 commenti:

  1. A Budapest ci sono stata ! Molti anni fa !! Me la ricordo come una città maestosa, imponente...mi piacerebbe tornarci !!Un saluto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Una meravigliosa città che lascia il segno. Anch'io la ricordo sempre con piacere...anche dal punto di vista gastronomico.

      Elimina
  2. La cosa più bella? L'OMBRELLONE ALGIDA XD
    A parte gli scherzi, grandi posti^^

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. I gelati facevano piacere col caldo che c'era e anche i bagni in piscina.

      Elimina
  3. Ci sono stato anche io, molti anni fa ... pensa, eravamo in gita scolastica alle superiori, nei lontani anni '90 :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Son sempre ricordi bellissimi quelli delle gite scolastiche anche se quelle dei miei tempi (fine anni settanta) erano, generalmente, a cortissimo raggio.

      Elimina
  4. Io mi sono fermato a Vienna..magari il prossimo viaggio proseguiamo fino in Ungheria!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Te lo consiglio vivamente. Non dimenticare poi di assaggiare il gulash e i vini che son veramente ottimi.

      Elimina
  5. I miei sono stati alcuni anni fa a Bucarest e l'hanno amata tantissimo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' una città che resta davvero nel cuore.

      Elimina
  6. Sempre di grande interesse i tuoi post fotografici. Cordiali saluti.

    RispondiElimina
  7. è stata la meta da fine settimana più frequentata del 2017, con molta ragione secondo me

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Offre veramente tante cose. E' una città monumentale ma consiglio anche una visita alle terme. Nella foto che ho postato si possono ammirare i Bagni Széchenyi ma consiglio anche una visita alle terme dell'Hotel Gellert e il Lido Palatino sull'Isola Margherita, nel bel mezzo del Danubio.

      Elimina
  8. ... non dimenticate poi il Parco Varosliget e il Museo delle Tradizioni Popolari, quest'ultimo vicino al Parlamento. Soffermatevi poi, se volete, davanti al monumento a Imre Nagi che è un vero eroe per tutti i sostenitori della democrazia.

    RispondiElimina
  9. Già! E' vero, ho mangiato benissimo, sia a Budapest che a Praga, le due città che ho toccato nel mio viaggio. Buona domenica.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ...ottimi e piccanti i condimenti della carne con la paprika... una vera cannonata.

      Elimina
  10. Devo sicuramente tornarci a Budapest un giorno, perchè non ne ho un gran ricordo, ma probabilmente ha influito la compagnia non buona. Sempre ottimi servizi!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La compagnia nei viaggi è fondamentale. Son d'accordo con te: può fare la differenza fra un viaggio riuscito e un viaggio così così.

      Elimina
  11. Una manciata di fotografie (e pensieri) che suggeriscono tantissime cose, tra maestosi colpi d'occhio generali e dettagli.

    RispondiElimina